Il femminicidio, Pontifex ed i preti al fronte

L’episodio del volantino esposto dal parroco di Lerici  che giustifica il femminicidio risolleva il polverone causato dal blog di Bruno Volpe, ovvero Pontifex, il sito ormai diventato simbolo per tutti gli integralisti cattolici viste le dichiarazioni deliranti su argomenti come omosessualità e aborto.

Ogni volta che rispunta Pontifex mi viene del tutto naturale spostarmi con la mente a persone legate alla mia terra come Maurizio Patriciello, Aniello Manganiello o Luigi Merola (senza scordare mai l’opera di Giuseppe Diana ed altri). Nomi che diventano cari a tutti da queste parti se vicino gli si mette il “Don“, appellativo onorifico che si da a tutti i preti. Mi viene da collegarli perché è naturale scindere tra chi sceglie l’abito talare per fare carriera o soddisfare impunemente la propria libido e quelli come loro che si schierano con i più deboli, facendosi nemici come la Mafia, lo Stato o lo stesso Vaticano.

In questo preciso momento, piuttosto che  seguire i deliri medievali degli integralisti cattolici o i tweet del Papa, preferisco pensare al lavoro concreto di questi preti che ancora danno un senso ad una Chiesa troppo distratta.

306_Don-Giuseppe-Diana

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...