Le luci di Salerno ed il buio di Napoli

Che Napoli e Salerno fossero rivali lo si sapeva da tempo. A gettare ulteriore benzina sul fuoco è il modo di operare diametralmente opposto dei sindaci delle due città. A scatenare la diatriba tra i due questa volta sono state le ormai celebri “Luci d’artista”, inaugurate a Torino nel ’98 e portate prima a Salerno nel 2006 e poi anche a Napoli nel novembre 2012.

Eletto alle ultime elezioni con il 74% delle preferenze, De Luca è al quarto mandato da sindaco di Salerno ed è amatissimo dai suoi concittadini, nonostante gli sia stato attribuito il soprannome di “Sceriffo” per il suo pugno di ferro nel combattere la prostituzione e la microcriminalità.

natale luci salerno artista

Discorso diverso invece per De Magistris, al primo mandato in assoluto da sindaco e con un modo di fare “d’impatto” a tratti apprezzabile ed a tratti discutibile, soprattutto per il suo guardare costantemente alla politica nazionale (cosa che gli è valsa la nomea di “Principe Arancione”, dal nome del movimento da lui stesso fondato).

Ho trovato estremamente curioso che negli ultimi giorni del 2012 una parte della città di Napoli sia stata colpita da un black-out e quella di Salerno da un’invasione (prevedibile) di turisti accorsi per le “Luci d’artista”. Certo, non vi è alcuna connessione reale tra i due fatti, ma in una terra che ha poco di razionale, credo che sia azzardabile un paragone tra le due circostanze, soprattutto se si vuole forzare la mano e trovare un “segno” tra quella che può essere definibile un’amministrazione brillante come quella di De Luca e quella con poche luci e tante ombre dell’amministrazione De Magistris che, per tutta risposta davanti alle proteste dei cittadini per la mancanza di luce, ha scaricato tutta la colpa sulla ditta (francese) che gestisce gli impanti elettrici. Uno scaricabarile inutile, infantile, quasi come se a questa amministrazione possano essere attribuiti soltanto i (presunti) successi.

CTNYIQP05508-330x185

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...