Stiamo cadendo a pezzi

Stiamo a pezzi. Questa è la notizia.

Dovrei seguire la conferenza stampa di Nicola Cosentino. Sentire le sue motivazioni sull’esclusione dalla lista dei candidati del Pdl. Ma dopo averci giocato ampiamente ieri, confesso che oggi non ne ho proprio voglia. Tutta l’attenzione su di lui e nel frattempo il paese cade a pezzi. Come me.

A pezzi come il reparto di Oculistica del Cardarelli, dove c’è la degenza di Urologia. Padiglione “E”. Improvvisamente comincia a cadere la controsoffittatura: un paziente colpito al braccio e altri 18 spostati per sicurezza.

A pezzi come il colonnato di piazza del Plebiscito. Da tempo lasciato a se stesso. Gli operai del Demanio regionale transennano, ma è poco rispetto all’intonaco del soffitto del colonnato di San Francesco di Paola che rischia di venire giù.

A pezzi come quelli che perde il Colosseo, recintato in parte a seguito della caduta di altri frammenti che avevano sfiorato i turisti. Un anno fa il primo crollo.

La lista andrebbe oltre. Mi basterebbe citare Pompei o Ercolano. L’unica notizia “sicura” della giornata è che mi sento come se avessi corso tutta la giornata di ieri dietro a Cosentino per farmi ridare le liste dei candidati del Pdl. L’avessi fatto sul serio non sarebbe stato per convincerlo a consegnare le liste, anzi.

italia_a_pezzi

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...