Marò, che risate!

Il caso dei due Marò si sta facendo veramente divertente. Adesso m’aspetto che tornino in Italia la settimana prossima per le vacanze di Pasqua.
Poi per il 25 Aprile, poi per il 1° Maggio, poi per la Sagra della ciliegia di Chiaiano. In pratica impiegano meno tempo loro a fare la spola tra l’Italia e l’India che uno studente della provincia napoletana quando vuole andare a seguire i corsi.

MARO': FDI, SIT-IN A MONTECITORIO, TERZI IN INDIA VACCI TUChe poi, pure gli esperti di diritto internazionale proprio non capiscono come siano possibili le posizioni del governo indiano: niente pena di morte, niente galera, niente frustate, niente cazziate. Niente. Però se non li fate tornare ci mettiamo a giocare ad “Un, due, tre…stella!” col vostro ambasciatore. Boh.

io-sto-con-i-pescatori-indianiIntanto in Italia, oltre alla solita spaccatura tra chi vuole i Marò condannati e chi li vuole liberi, le istituzioni sembrano assumere la stessa posizione profeticamente rivelata dal “Don Raffaè” di De Andrè:

 

Prima pagina venti notizie
ventuno ingiustizie e lo Stato che fa
si costerna, s’indigna, s’impegna
poi getta la spugna con gran dignità

maro.jpg_415368877
Annunci

3 commenti

Archiviato in Blog

3 risposte a “Marò, che risate!

  1. Complimenti per la tua ironia!

    • Certo la tua Laurea ha contribuito ad un involuzione dell intelletto cognitivo…..etichettare chi che sia, assassinino solo per parte presa (visto che processi non ce ne sono e a questo punto non ce ne saranno) è alquanto riconducibile a metodologie Medioevali e Staliniste.

      Se tu fossi una persona socialmente evoluta, ti asterresti dal giudicare a priori solo per antipatia o parte presa , perchè in ogni nazione ,spesso anche di stampo dittatoriale (e questo anche nella piu becera facoltà di scienze politiche viene trattato) un processo anche se di parte sarebbe in ogni modo istruito.

      Pertanto continua a suonare la batteria e magari a scrivere sul corriere dell sport che è meglio.

      • Vincenzo Strino

        Scusa Cosimo, ho smesso di leggere la tua sfuriata dopo il primo rigo.
        Magari quando capirai la differenza tra un blog ed un giornale potrai tornare qui, possibilmente con nome e cognome riconducibili ad una persona reale e -forse-potremo discuterne.
        Saluti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...