Faremo così anche per Berlusconi?

E’ morto da qualche ora e già lo si santifica. Lo si credeva immortale, figura mitologica in grado di assistere alla morte di ogni singolo rivale. E invece no. E’ morto pure Giulio e adesso tutti a spendere parole buone per un uomo che in fondo non si poteva definire cattivo, ma che incarna quella mediocrità che imperversa in Italia e che qualcuno vuole far passare per virtù.

anderGiulio Andreotti era un animale a sangue freddo, con la passione per il calcolo e l’attitudine al compromesso estremo. Mai una parola urlata, mai un festino con 3-4 mignottoni, niente. Tuttavia, i morti che graveranno per sempre sulla sua testa (o gobba, fate voi) ne sono tanti. La sua storia è scritta e conosciuta, il problema è che questo paese non ha memoria per ricordarsene. Purtroppo.

Sarà così anche per Silvio, è bene ammeterlo fin da adesso. Anzi, in tanti già si sono portati avanti col lavoro scrivendone un meraviglioso epitaffio. Perché sì, in fondo quelli che provano a cambiare le cose sono quelli che muoiono subito, alla prima scena, quindi non vale la pena ricordarsene. Quelli che ieri hanno distrutto un paese sono/erano quelli che chiamiamo immortali e che, a quanto pare, da domani chiameremo eroi.

GiulioAndreotti_DSC63062-236x300

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...