La sagra del cuozzo e della vrenzolella (Notte Bianca Vomero 2013)

Il mio amore per il Vomero è come quello di un cittadino del Wyoming nei confronti di Las Vegas. In molti cat-fight con gli abitanti del posto ho sempre ribadito che la mia è pura invidia nei loro confronti, ma probabilmente appaio sempre poco convincente visto che non mi credono mai.

Ad ogni modo, anche quest’anno la “Notte Bianca” hanno deciso di farla lì. Senza soldi (perché c’è la crisi) ma con tanto, tanto impegno e senza alcun egocentrismo da parte degli organizzatori.

festaritUn organizzatore dell’evento mentre sfoggia la sua umiltà

Quella che almeno nelle premesse doveva essere una splendida e felice manifestazione artistica è stata invece una mediocre sagra di paese senza prodotti tipici. Cioè, i prodotti tipici c’erano, ma non erano quelli che ti aspetti quando vai ad una sagra.

fratomoUà FRATACCHIò ‘mme staj bbell! Si o’gass, fratomo!

Perché a dispetto di quello che si possa pensare, oltre ai babà, le sfogliatelle, le pizze, i mandolini e le tarantelle, Napoli produce anche degli splendidi esempi di cuozzi

cuozzi…e di vrenzole

tumblr_msnkdhTq2F1s7hp8lo1_500

La sagra vomerese si è svolta comunque nel migliore dei modi: nessun accoltellamento, rapina o scippo. Solo qualche svenimento dovuto all’emozione di essere ad un evento così importante e qualche lamentela da parte dei nativi vomeresi (che sono rari come un milanese a Milano).

vrenzolaUna vomerese che si lamenta del popolino

Il resto è stato tutto un susseguirsi di saltimbanchi, mangiafuoco, bancarelle e venditori abusivi di spighe prese dalla Terra dei Fuochi, con i cuozzi a fare le postegge tra via Luca Giordano e via Scarlatti.

tumblr_msm18dmS5b1s2yegdo1_400Un cuozzo mentre va in giro per il Vomero

Tralasciando quindi le polemiche sui bandi lanciati dal comitato organizzatore che non prevedevano alcun pagamento, si può sottolineare che di manifestazione artistico-culturale ci sia stato davvero poco, ma che come sagra abbia superato numericamente sia quelle delle noci di Scisciano che quella della castagna di Montella. Un grande risultato quindi, sia per l’amministrazione comunale che per la municipalità.

A proposito, ma qualcuno che ne parla in termini felici di ‘sta cazzata? C’è?

tumblr_mn8z4vYRnb1s12nr9o1_250

Annunci

21 commenti

Archiviato in Blog

21 risposte a “La sagra del cuozzo e della vrenzolella (Notte Bianca Vomero 2013)

  1. Angela

    Perchè non hai parlato anche delle strade “figlie” e delle strade “figliastre”? Sai che al Vomero esistono delle strade che il Comune e la Circoscrizione ignorano, ignorando anche chi ci lavora, nonostante le richieste di sostegno? Ti consiglierei di approfondire l’argomento, penso sia interessante. Chissà cosa si scoprirebbe…

  2. Perchè non hai parlato anche delle strade “figlie” e delle strade “figliastre”? Sai che al Vomero esistono delle strade che il Comune e la Circoscrizione ignorano, ignorando anche chi ci lavora, nonostante le richieste di sostegno? Ti consiglierei di approfondire l’argomento, penso sia interessante. Chissà cosa si scoprirebbe…

  3. Io sì. grazie a questa sagra ieri a Piazza Bellini si stava da Dio 😛

  4. Herr Lehmann

    basta, veramente, basta.
    il tuo blog trasuda ignavia da ogni poro. incredibile come possa farci annoiare come bambini al catechismo.
    i tuoi giudizi così frivoli e banali..
    il tuo modo di scrivere (nb, il mio non è migliore) assolutamente vacuo e lezioso.. i ridicolissimi giornali online per cui scrivi articoli degni del miglior “Cioè”.
    ti assicuro, caro mio concittadino e vicino di rione, che questi articoli sono fini a sè stessi quanto la superbia di De magistris.
    fratè, liev man. mo hai riportato l attenzione su sto tema del cuozzo.
    poi sfutt a de magistris. poi ti lamenti delle saittelle, delle blatte, delle buche
    delle rapine
    dei roghi, della terra dei fuochi (questo termine che trovo PENOSISSIMO)
    dei soldi, della camorra, di saviano

    caro vincenzo.
    secondo me tea fa nu par e pellecchij.

    • Vincenzo Strino

      Io almeno ci metto la faccia. Tu manco le palle di mettere nome, cognome e faccia tieni, arò t’avvij friariè?
      Comunque grazie per i preziosi consigli su come migliorare la mia vita sessuale. Riferirò alla mia ragazza (che po’ a final foss mamm’t) e ti farò sapere.
      Ciao, buona domenica! 😀

  5. massimo

    cosa c’entra la foto di uno che si masturba per strada? la trovo gratuita e di pessimo gusto.

  6. Non so se è più esilarante ciò che scrivi o certi commenti (o le tue risposte ai commenti esilaranti)

  7. manuvomeresedoc

    Non sono d’accordo con te,l’iniziativa è stata bella,bar e ristoranti erano stracolmi di gente, avrei preferito magari più iniziative ma per il resto non mi posso lamentare.Per quanto riguarda il discorso cuozzi e vrenzole..be’ si sa le grandi città offrono un panorama molto vasto di persone alcune ”folcloristiche” altre meno ma non per questo bisogna evitare di promuovere certe iniziative,anzi,il popolo va educato!

    • Vincenzo Strino

      Sono felice che qualcuno esprima le sue opinioni con tanto garbo, ma, come ho già scritto sulla pagina del blog su Facebook, il mio non è né un attacco al quartiere né alla categoria dei “tamarri”. L’iniziativa aveva un duplice scopo: quello artistico (che per me non è stato minimamemente raggiunto) e quello economico per le attività del quartiere. Ora, per ogni bar e per ogni ristorante pieno, quante altre centinaia di attività avrebbe potuto guadagnare qualcosa e non l’hanno potuto fare? E di queste attività che tu mi hai nominato, siamo sicuri che hanno fatto un incasso degno di un evento del genere? Non avrebbero fatto più soldi senza bancarelle abusive che vendevano ogni sorta di vivanda e cibaria senza alcuna autorizzazione? Rispetto la tua idea e capisco perfettamente che il mio post può far storcere il naso, ma ho pensato di provare a strappare un sorriso (alla mia discutibilissima maniera) a chi, sabato sera, era incazzato nero. Tutto qui. Ciao!

  8. lorenzo

    Anonimo, ormai l’autore dell’articolo è ossessionato dal Sindaco….. tipo come berlusconi ke vede comunisti da tutte le parti…. certo ke imputare al Sindaco anche il comportamento e la maleducazione delle persone siamo alla follia pura, vabbè oltre che l’evento in sè per sè.

    • Vincenzo Strino

      Lorenzo, a parte che questi sono post d’opinione e non articoli (se vuoi leggere qualche mio articolo recente vai su Retenews24 e nota le evidenti differenze), ma poi, dico io, ossessione su chi? E quello che scrivo sul Pd, sul centro-destra e sul Movimento 5 Stelle? È tutto scritto su questo blog ed hanno lo stesso tono (o ossessione, fate vobis, tanto non è che m’offendo) che uso per quello che è anche il mio sindaco. Se non fa ridere o riflettere quello che scrivo siete liberissimi di seguire altri blog più divertenti ed interessanti. Poi, se vogliamo parlare di politica, io un caffè me lo faccio offrire volentieri da chiunque voglia espormi il suo pensiero. Ciao e grazie comunque per aver letto.

  9. Potevano fare anche una sfilata sotto casa di “Liberato”

  10. Io c’ero dalle 18,30 e il tono contenuto della manifestazione mi è piaciuto molto. Sagra di paese? Si! Splendida, era come una festa natalizia solo che faceva più caldo e c’erano giusti spazi per tutte le età. Io ed i miei amici abbiamo apprezzato tanto la serata e spero che il prossimo anno si faccia di nuovo e contenendo le spese. Abbiamo concluso in un locale con musicisti e musica di alta qualità. Vincenzo, ma tu c’eri?

    • Vincenzo Strino

      Non so se rendo l’idea, però se vado dal macellaio e chiedo una bistecca ma lui mi da del tiramisù io sono felice lo stesso perché sono un golosone. Le premesse, cara Serena, erano altre. A me fa piacere che tu abbia apprezzato (tra l’altro della musica all’interno di un locale, quindi nemmeno tu hai apprezzato arte e cultura della manifestazione), però magari se leggessi il bando della manifestazione capiresti il mio discorso e l’incredibile presa per i fondelli che è stata la manifestazione in sé. Però magari, pur non condividendo il mio pensiero, potrai comunque capirne il senso. [Ah, e comunque sì, c’ero]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...