Nuotare nel #fiumeinpiena

Premessa: in tutti questi anni ci siamo lamentati di non essere stati capaci di scendere in piazza a far casino. Guardavamo gli indignados spagnoli, i ragazzacci delle banlieue parigine e dei sobborghi londinesi con l’aria di chi vorrebbe fare lo stesso ma non ne ha l’occasione.

-Mamma, posso scendere a rivoluzionare il paese con il figlio dell’assessore?

-No, devi finire di guardare Travaglio che smonta Berlusconi!

Non è facile far parte di un fiume in piena, sentirsi come Nemo e perdersi nell’oceano infinito di pioggia ed ombrelli. Eppure c’erano tutti: da quelli che in piazza ci stanno sempre a quelli che dovevano esserci per poi dire che c’erano stati.  È stato un evento importante e, come tutti le cose che partono dal basso (ed hanno successo), include un carro del vincitore più lungo del corteo stesso. Succede. Nel frattempo però…1471367_365726520230045_1710007532_n

Nei giorni scorsi avevo sperato che la colonna sonora non fosse la solita di manifestazioni che non c’entravano un cazzo con il tema di ieri: 99Posse, Inti Illimani, Ska-P, Bandabardò ecc. Roba che si suona da 20 anni e che ad un certo punto è diventata un cliché di qualsiasi manifestazione. Pare una scemenza, ma ogni rivoluzione ha la sua musica e passare le stesse cose da anni è significativo.

Ero arrivato in quella che più che una piazza era diventata il “lago Garibaldi”. Uno dei camioncini che sparava musica stava passando i Marta sui Tubi. Subito dopo ha attaccato Idioteque dei Radiohead. Avrei voluto inginocchiarmi in mezzo al corteo e piangere di felicità ma ho fatto bene a non farlo perché tempo 10 secondi di Idioteque e poi è partita Curre Curre Guagliò dei 99 Posse.

Dueduenoveunonovenoveunoungiornocometantimanoncertoperqualcuno

Ho superato la testa del corteo con un guizzo da anguilla (citazione 99possiana voluta) ed ho cominciato a raccogliere tutte le informazioni da inviare in redazione. Non sapevo se fosse la pioggia che bagnava lo schermo o quella che mi inzuppava il cappuccio a farmi stizzire di più. Probabilmente erano ancora i 99Posse.

IMG_4123Insalata giuglianese

Il fiume scorreva tranquillo. In superfice apparivano le foto dei responsabili/cadaveri politici che negli ultimi anni hanno combinato il pastrocchio mentre i delfini di quest’ultimi si salutavano e si baciavano ai bordi di piazza Municipio.

Ad un tratto la magia. Alla testa del corteo è comparso lui:

e subito dopo c’era lui in mezzo alla strada che porta a piazza/lago del Plebiscito.IMG_4130

Ora, io non so se le cose andranno davvero come vogliono gli abitanti di questo posto, però so che in pochi mesi gli stessi abitanti hanno cominciato a capire cosa fossero quegli incendi lungo l’asse mediano, perché le famiglie venivano sterminate da tumori rarissimi e perché qualcuno, nonostante la crisi economica, s’arricchiva in maniera tanto incredibile. Per qualcuno sembrerà ancora troppo poco o inutile, ma avere consapevolezza del posto in cui si vive è pur sempre una grande conquista.

A me, intanto, a furia di nuotare nel fiume in piena m’è venuto il raffreddore. Ma forse, a questo punto, è meglio così. Cominciavo a sentire cattivo odore.

IMG_4112

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...