Schiena dritta

Lungomare di Napoli, tardo pomeriggio. Mi avvio verso l’uscita dell’hotel perché dentro non c’è campo. Devo inviare un paio di dichiarazioni alla redazione su questo convegno in cui si prova a tessere i fili diplomatici tra partiti politici di diversi schieramenti e sindacati. Fuori c’è una luce bellissima.

B2LFmrLCIAEM1rk

Nel corridoio che dalla sala conferenze porta alla hall si forma un capannello di taccuini, telecamere e microfoni. Lo supero agilmente, poi penso che non sia il caso di perdermi la dichiarazione di chicchessia. Tornando indietro sento qualcosa che mi incupisce.

Maestro! Maestro, ci dica la sua!

Il giornalista Rai ha deciso di cominciare così l’intervista a Paolo Cirino Pomicino, emblema del clientelismo e della brillante mediocrità democristiana made in Naples. E mentre tutti gli altri tengono microfoni e registratori verso quel canuto signore a cui avevo già strappato qualche parola prima, a me viene un brivido lungo la schiena. Quella schiena che, per costituzione fisica ed orgoglio, continua a restare dritta mentre tutto intorno c’è chi si flette al primo colpo di vento (biancoscudato?).

Esco fuori di corsa. Per oggi ho finito.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...