Non sono le altre ad essere zoccole. Sei tu che hai il tonno in testa

tonno-pomodori-153199832-300x200

Mi sorprende che soltanto ieri tante donne napoletane abbiano scoperto che qualcuno in città viene a viversi il sesso nel suo modo più bello e leggero (che, attenzione, non vuol dire superficiale o irresponsabile).

Cioè, in realtà non vi credo. Perché ognuno di noi conosce ragazze come Roslyn, che il sesso se lo vivono così. Solo che sono sempre state additate come zoccole, puttane, troie. Questo è il punto.

E voi che avete fatto le peggio zuzzimmarie in gran segreto perché temevate di essere giudicate?

Proprio voi che ieri vi domandavate dove fossero tutti questi bei maschi a piazza Bellini o a Napoli in generale: ve lo siete chieste il perché non l’abbiate trovato ancora qualcuno che vi alzi come è stata alzata Roslyn e tante altre straniere?

No. E allora ve lo dico io: perché siete bigotte, presuntuose ed anche un po’ pesanti.

Così, mentre voi giocate a fare scart’ frusc’ e pigl’ primer’ tra quello che c’ha le sopracciglia ad ali gabbiano, quell’altro che fa il filosofo tormentato, quell’altro che è troppo azzeccoso e quello così e quell’altro colì, arriva una qualunque e mette la scopa che voi non sarete mai in grado di mettere. Perché?

Perché lei -fortunatamente- si vive il sesso proprio come andrebbe vissuta la città di Napoli: con gioia. Poi diciamocela tutta, a farla pesante comunque non risolverete i problemi che affliggono la città. E a chi volete che gli si drizzi dopo aver parlato una serata intera della crisi economica, dei casalesi, del jobs act e della primarie del Partito Democratico? Ci sono tempi, modi e luoghi per parlare anche di questi argomenti, ma non è mentre si viene approcciate da uno sconosciuto.

Magari per una sega a mana smerza dietro un vicolo vi sentite le peggio cagne dell’universo, ma solo perché non vi rendete conto che dieci metri più in là, nella penombra, ci sta una con la pancia sul cofano di un auto che si sta facendo trapanare da uno conosciuto dieci minuti prima.

Pensateci: difficilmente al loro paese d’origine vengono approcciate in mezzo alla strada o il tipo ci prova appena la conosce (soprattutto se sono come le ho descritte io all’inizio del post). Quindi non è solo il fatto che non capiscano cosa dice il tizio di turno. Tutti i maschietti, quando vogliono quella cosa, sono disposti a scalare le montagne con le mani legate, figuriamoci cosa sono capaci di dire con la bocca. I fatti, le dimostrazioni reali, vanno bene per l’amore. Se una vuole farsi una chiantella non ha bisogno del curriculum del tipo, capì?

Quindi, mie care signore, basta paranoie alla Amelie Poulain. Non lasciate che sia il tempo a ridurvi come gli scavi di Pompei negli ultimi anni, fatelo in maniera sicura, ma fatelo. Prima che arrivino altre straniere e si facciano polverizzare la vagina mentre voi siete ancora ad organizzarvi sul cosa fare stasera.

Annunci

1 Commento

Archiviato in Blog, Fatti miei

Una risposta a “Non sono le altre ad essere zoccole. Sei tu che hai il tonno in testa

  1. Maristella

    D’accordissima, le donne napoletane ormai si sentono troppo superiori alla media maschile che frequentano.
    Per poi trovarsi il classico belloccio-faccia-di-bronzo che riesce a portarle a letto (o in un vicolo) e poi le abbandona!
    (fortunatamente io sono già sposata :p)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...